F.A.Q.

Domande Frequenti

GEC è un settore nazionale di ASI, un Ente di Promozione Sportiva che affilia associazioni e società con finalità sportive, ovvero soggetti collettivi.

Per far parte di GEC devi tesserarti ad una di queste. Sul nostro sito è disponibile un elenco delle associazioni affiliate al settore con annessa distribuzione sul territorio.

Cerca l'associazione che fa per te

Per prima cosa, scarica la guida per la costituzione di un'associazione, puoi procedere con quanto riportato sulla guida ma nello specifico:

1. Devi redigere il suo atto costitutivo e lo statuto, per semplicità forniamo un esempio di atto costitutivo e statuto.
Quest'ultimo dovrà prevedere:

  • L'inserimento nella denominazione sociale della finalità sportiva e della dizione “dilettantistica”
  • L'individuazione della sede legale
  • L'assenza di fini di lucro e il divieto di distribuire utili tra i soci
  • Il principio di democrazia interna
  • L'organizzazione di attività sportive dilettantistiche, con relative attività didattiche e di aggiornamento come oggetto sociale
  • Il divieto per gli amministratori di ricoprire cariche sociali in altre associazioni sportive nell'ambito della medesima disciplina sportiva
  • La gratuità degli incarichi degli amministratori
  • La devoluzione a fini sportivi del patrimonio in caso di scioglimento
  • L'obbligo di conformarsi alle norme e alle direttive del CONI, nonché agli statuti e regolamenti di GEC e dell'Ente di Promozione Sportiva ASI
  • L'attività di promozione sociale tra gli scopi istituzionali

2. Devi richiedere il codice fiscale all'Agenzia delle Entrate (la richiesta è gratuita).
Il codice fiscale rappresenta lo strumento di identificazione dell'associazione nei rapporti con i privati, gli enti, le amministrazioni pubbliche e qualsiasi altra istituzione.

Per qualsiasi attività negoziale (contratti con soggetti pubblici o privati, richiesta di finanziamenti, sponsorizzazioni, locazioni o comodati di bene immobile ecc.) o adempimento amministrativo (versamento di tasse, imposte, canoni, ecc.) l'associazione deve indicare il codice fiscale.

Pur non esistendo una legge che obblighi le associazioni ad averlo, è opportuno richiederlo; la sua assenza limiterebbe moltissimo l'operatività dell'associazione!

Per richiedere il codice fiscale basta compilare in duplice copia l'apposito modello AA5/6 e presentarlo all'Agenzia delle Entrate competente per il territorio in cui ha sede legale la tua associazione (quì puoi trovare l'ufficio dell'Agenzia delle Entrate più vicino a te).

Questa operazione deve essere svolta dal presidente dell'associazione o da un suo delegato (in questo caso va compilato l'apposito riquadro ed al modello AA5/6 va allegata copia fotostatica di un documento di identità del legale rappresentante e anche la fotocopia dello Statuto con l'Atto Costitutivo).

Il modello può anche essere inviato per posta (mediante raccomandata), allegando copia fotostatica di un documento di identificazione del rappresentante legale e copia dello Statuto con l'atto costitutivo.

In tal caso il modello si considera presentato nel giorno in cui risulta spedito.

Per l'assegnazione del giusto codice per le discipline elettroniche fai riferimento alla nostra guida per la costituzione di una associazione da affiliare a GEC.

3. Devi registrare l'associazione presso l'ufficio locale dell'Agenzia delle Entrate (ex Ufficio del Registro).
Hai 20 gg di tempo dalla sua costituzione - potrai così beneficiare delle agevolazioni fiscali previste dalla legge.

Se statuto e atto costituivo sono stati redatti da un notaio (non è obbligatorio per legge!), sarà il notaio stesso ad occuparsi della registrazione degli atti entro 20 giorni dalla costituzione dell'associazione.

Altrimenti deve essere il legale rappresentante dell'associazione - o un suo delegato – sempre entro 20 giorni dalla costituzione del soggetto associativo a recarsi presso l'Agenzia delle Entrate con i seguenti documenti:

  • 2 copie dell'atto costitutivo in originale, firmate in calce dai soci fondatori (una copia resterà all'Agenzia delle Entrate, una copia verrà restituita all'associazione)
  • 2 copie dello statuto in originale, firmate in calce dai soci fondatori (una copia resterà all'Agenzia delle Entrate, una copia verrà restituita all'associazione)
  • Delega (se chi si reca a registrare gli atti non è il legale rappresentante dell'associazione ) e copia della carta di identità del richiedente e del legale rappresentante dell'associazione
  • Modello 69 compilato
  • Ricevuta del versamento dell'imposta di registro di 200 euro (da effettuarsi in banca o in posta con modello F23 ed indicando il codice tributo 109T), se dovuta
  • Diverse marche da bollo da 16 euro (a seconda della lunghezza degli atti: 1 marca “ogni 100 righe”), se dovute

Se l'associazione prevede, sin dalla sua nascita, di svolgere attività commerciale, deve richiedere l'attribuzione del numero di P.IVA presso un Ufficio dell'Agenzia delle Entrate territorialmente competente, contestualmente alla richiesta del codice fiscale.

Può richiedere la P.IVA in un secondo momento, nel caso in cui la decisione di svolgere attività commerciale avvenga a soggetto già costituito.

Per richiederla è necessario presentare la dichiarazione di inizio attività all'Ufficio locale dell'Agenzia delle Entrate, utilizzando l'apposito .

Il numero di P.IVA resta invariato fino alla cessazione dell'attività.
Per quelle associazioni che non hanno già il codice fiscale, la P.IVA assume anche il valore di codice fiscale.

Tutte le successive variazioni dei dati indicati nella dichiarazione di inizio attività devono essere comunicate all'Agenzia delle Entrate entro 30 giorni dalla data di avvenuta variazione, sempre utilizzando il modello AA7/10.

Previa registrazione ai servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate, è possibile anche effettuare per via telematica la richiesta di P.IVA.
Il procedimento online è piuttosto semplice, ma, è buona norma, per accertarsi dell'avvenuta registrazione nel sistema dei dati inviati, stampare sempre la ricevuta; se i documenti inseriti non dovessero essere corretti il sistema produce automaticamente un'informazione di scarto e sarà allora necessario ripetere l'operazione.

Devi tenere il libro dei soci, disponibile per il Download e la consultazione direttamente tramite il pannello gestionale della tua associazione, ma non devi avere registro dei corrispettivi.
Sarebbe opportuno tu ti dotassi anche di una serie di fac simile:

  • Lettera d'incarico per le prestazioni sportive dilettantistiche
  • Autocertificazione dei redditi da compensi sportivi
  • Ricevuta del compenso sportivo
  • Ricevuta di attività sportiva detraibile
  • Verbale del consiglio direttivo di una un'associazione sportiva dilettantistica
  • Codice etico di un'associazione sportiva dilettantistica

Sarà innanzitutto necessario inviarci una copia dello statuto e dell'atto costitutivo della tua associazione, all'apposito indirizzo [email protected], di modo che sia per noi possibile verificare che rispetti i nostri Standard.
Per accelerare questa pratica, GEC fornisce un modello predefinito di Statuto ed Atto Costitutivo già conforme con i nostri parametri.

Dopo di che sarà sufficiente seguire i punti elencati nella guida per l'affiliazione di un'associazione a GEC.

GEC è un Settore Nazionale che opera su tutto il territorio e per questo motivo riceviamo moltissime richieste da ogni parte d'Italia.

Dal momento in cui tutta la documentazione necessaria e correttamente compilata viene inviata all'indirizzo [email protected] saranno necessari almeno 10 giorni affinché l'affiliazione sia completata.

Ovviamente errori nella compilazione dei documenti può comportare un aumento del tempo necessario al termine della pratica.

GEC, in quanto Settore Sportivo, si occupa principalmente dell'aspetto burocratico-amministrativo e si concentra sul lato promozionale e di tutela dei suoi affiliati.

Pertanto non è compito del Settore finanziare l'apertura di nuovi circoli, quanto invece di seguirli nell'iter necessario alla loro apertura.

Tuttavia sarà possibile per chi ne farà richiesta ricevere dal settore i contatti di rivenditori convenzionati per ottenere un eventuale scontistica per l'acquisto dei materiali necessari all'allestimento di un circolo.

No, non è obbligatorio per legge, l'iscrizione al Registro CONI consente all'associazione di godere di vantaggi fiscali previsti per legge per le associazioni che operano nel settore del non profit.

L'iscrizione al registro, che è di natura prettamente fiscale, non è né propedeutica né necessaria per lo svolgimento delle attività associative, che vedono molti dei loro benefit nello svolgimento di attività senza scopo di lucro.

Attualmente la sola pratica delle discipline elettroniche non consente l'iscrizione al Registro CONI ma questo non inficia la natura sportiva dell'operato delle associazioni affiliate al Settore.

Per molti motivi, tra i quali::

  • Accesso agli esclusivi campionati del Settore
  • Copertura assicurativa Rct/O in tutte le forme associative, comprese le attività fuori sede associativa per istruttori fitness
  • Polizza individuale infortuni
  • Consulenza e prima assistenza fiscale/amministrativa di base gratuita
  • Polizza di tutela legale gratuita per il presidente e componenti consiglio direttivo di associazione
  • Convenzioni commerciali riservate agli associati che prevedono sconti
  • Corsi di formazione professionale per allenatori, arbitri ed altre figure tecniche
  • Organizzazione gare, stage, eventi sportivi
  • Inserzioni promozionali nel mensile ASI Primato
  • Informazioni di settore reperibili sul portale nazionale GEC

Consulenza e assistenza tecnica per

  • La creazione della tua associazione
  • Adempimenti base, compilazione documenti, consulenza fiscale
  • La gestione di sale LAN e multigaming team
  • L'organizzazione di tornei, eventi e campionati di videogames, online o dal vivo

Un gestionale online, un potente strumento per effettuare direttamente dal terminale tutte le principali operazioni per gestire al meglio e facilmente la tua associazione, tra cui:

  • Tesseramento e gestione libro soci
  • Verifica tesseramento
  • Gestione del roster/line-up delle tue squadre
  • Form di richiesta di autorizzazione manifestazioni sportive e relative premiazioni
  • Form per la compilazione dei report dei tornei
  • Modulo di richiesta materiale tecnico
  • Calendario eventi ufficiali ed approvati GEC, dove poter iscrivere i propri atleti
  • Modulo per richiedere visibilità e condivisione del proprio sito e dei post sui social
  • API per l'utilizzo sul proprio sito
  • Modalità di pagamento per l'affiliazione, tessere, e pre-acquisto di stock tessere con relativa scontistica
  • Sezione analitica sui propri tornei, risultati e classifiche
  • Area download documentazione, certificati e circolari
  • Newsletter con i comunicati ufficiali del settore
  • Archivio

Alle sale lan, gaming center, circoli possiamo fornire l'autorizzazione amministrativa per:

  • Organizzazione tornei ricreativi di tutte le discipline sportive riconosciute da ASI
  • Promozione attività di turismo sportivo, culturale e sociale
  • Organizzazione eventi culturali
  • Somministrazione di alimenti e bevande

Ed oltre tutto questo e gli altri vantaggi compresi nell'affiliazione, sarai seguito da un membro del nostro staff a tua disposizione per ogni dubbio sullo svolgimento delle tue attività.

L'affiliazione è un rapporto a scadenza annuale.
L'anno di riferimento è quello solare: dal 1 gennaio al 31 dicembre.

Quindi, a prescindere dalla data in cui l'associazione/società sportiva decide di affiliarsi a GEC, a partire dal 1 gennaio dell'anno successivo l'affiliazione andrà rinnovata.

La tessera associativa è il mezzo attraverso il quale una persona fisica dimostra di essere legata ad un Settore di un Ente di Promozione Sportiva, in quanto membro di un'associazione affiliata.

Consente quindi di partecipare a tutte le attività organizzate dal Settore e dalle Associazioni ad esso affiliato e permette l'accesso alle esclusive convenzioni del Settore.

La tessera inoltre testimonia che la persona svolge attività sportiva e/o ludico-ricreativa sotto la tutela di GEC e ASI.
Ad essa è associata infatti una copertura assicurativa che protegge il tesserato in caso di infortunio e/o sinistro (l'obbligo assicurativo è previsto dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 3 novembre 2010).
Pertanto la tessera è utile in caso di infortuni e/o sinistri.

Si, il Tesseramento ha scadenza annuale.
L'anno preso a riferimento è quello solare: dal 1 gennaio al 31 dicembre.

Quindi, a prescindere dalla data in cui si ottiene la Tessera GEC, a partire dal 1 gennaio dell'anno successivo andrà rinnovata presso una delle associazioni affiliate al Settore GEC.

Sarà sufficiente contattare la tua Associazione di appartenenza e chiederle di effettuare nuovamente l'invio.
Ricorda che la Tessera è esclusivamente in formato digitale e pertanto ti verrà inviata via mail dal nostro sito alla casella di posta elettronica che hai fornito alla tua associazione di appartenenza.
Controlla la cartella spam qualora non ti risulti pervenuta ed inseriscici tra gli indirizzi desiderati.

In alternativa, puoi accedere al sito GEC, cliccare sul tuo nome (in basso a sinistra) e poi su "Account" per scaricare la tessera in formato digitale.
Se non dovessi ricordare le tue credenziali GEC, puoi fare il reset della password.

Richiedi informazioni